KALI Linux: installazione su usb, persistenza e mouse bluetooth


home-kali-slider-1

Le guide su come installare kali linux su pendrive usb sono diverse, ovviamente io consiglio di seguire le guide UFFICIALI come questa: Making a kali bootable USB drive. Kali permette inoltre di avere una partizione dedicata alle modifiche che volgliamo far rimanere come persistenti, ecco qui la relativa guida: Kali linux persistence. Ora, le procedure sono semplici ed è inutile rispiegarle passo passo, tuttavia ho trovato un paio di elementi che non vengono evidenziati e che possono pregiudicare il buon esito dell'intera operazione.

Il primo è il download, vi consiglio vivamente di controllare l'hash per sincerarsi che il nostro download sia andato a buon fine. Ci sono diversi tools sia su piattaforma windows sia su linux, il motto è come sempre: "partire dopo ma meglio per arrivare prima e meglio!" quindi non fatevi prendere dalla fretat e dall'entusiasmo, dedicate a quest'operazione il tempo che merita.

Il secondo elemento riguarda la persistenza, inizialmente non riuscivo a farla funzionare e dopo svariati tentativi ho capito che il problema forse risiedeva nel fatto che la partizione con label persistence la avevo formattata in ext4 sta di fatto che formattando in ext3 tutto ha funzionato alla perfezione. Il mio consiglio è quindi di usare ext 3 come file system.

Ora il bluetooth. Nonostante vi sia un menu attivo pare che il servizio bluetooth di default non sia avviato, vediamo come avviarlo e metterlo in avvio automatico:

Avvio del servizio:

/etc/init.d/bluetooth start

Impostare il servizio in avvio automatico

update-rc.d bluetooth enable

Fatto questo il bluetoooth sarà attivo e, se avete avviato in modalità persistenza, verrà attivato ad ogni avvio di kali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *